Fondo VII. A.N.P.I. Sezione La Spezia

Il fondo A.N.P.I. Sezione La Spezia si compone di tre serie per un totale di 2482 carte, con estremi cronologici dal 9/03/1945 all’8/10/1950.

VII.1 Comunicazioni con vari enti

La serie conta 389 carte che coprono il periodo dal 25/05/1945 all’8/10/1950.
Sono comunicati stampa della Sezione spezzina, comunicazioni dal Comando Presidio Militare della Spezia, carte del Comitato Direttivo e del Consiglio di Amministrazione, carte del Comitato Nazionale dell’A.N.P.I. con sede a Roma, corrispondenza con i partiti.
L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia nasce nel giugno 1944 a seguito di un atto formale del C.L.N. centrale; l’intento è quello di farne “unico organo di raccolta, di rappresentanza e di assistenza dei Volontari della Libertà”.
I vari C.L.N. provinciali promuovono successivamente le Sezioni locali dell’Associazione e il primo congresso nazionale si svolge nel dicembre 1947, ma già nell’aprile 1945 l’A.N.P.I. ottiene l’erezione a ente morale.
Nel marzo 1946 si definiscono le sue strutture interne a livello nazionale: la Presidenza Onoraria, il Comitato Nazionale, il Comitato Esecutivo.
Per iscriversi è sufficiente presentare una domanda e esibire il certificato di “Patriota”, rilasciato dalla Commissione Nazionale Patrioti per l’Italia Liberata.
La Sezione A.N.P.I. della Spezia nasce tra il 25 aprile e il giugno 1945 allorché si costituisce il Comitato Provinciale Provvisorio dell’Associazione Nazionale Patrioti.
Quest’istituzione prende, di fatto, il posto del Centro Patrioti già esistente e il Colonnello Fontana ne assume la presidenza provvisoria.
Si strutturano gli uffici interni: l’Ufficio Lavoro, l’Ufficio Stampa e Propaganda che pubblica “L’Informatore Partigiano”, organo dell’ente; nascono gli uffici assistenziali, la Segreteria, l’Amministrazione, l’Ufficio Informazioni.
Già il precedente Centro Patrioti, creato al concludersi della smobilitazione dei reparti dipendenti dal Comando IV Zona (7/06/1945) ha individuate alcune precise competenze tra le quali la compilazione e distribuzione del diploma di patriota, la raccolta dei fondi residui delle singole brigate, la raccolta del materiale di proprietà dei patrioti, il pagamento dei premi di smobilitazione, l’assistenza alle famiglie dei caduti e l’aiuto ai partigiani disoccupati e bisognosi.

I documenti contenuti nelle gallerie che seguono costituiscono integralmente il materiale del Fondo VII. Serie 1 custodito nell’Archivio Storico dell’I.S.R.

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 712:
comunicati stampa


________________________________________________________

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 713:
Comunicazioni dal Comando Presidio Militare della Spezia


________________________________________________________

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 714:
Comitato Direttivo e Consiglio di Amministrazione A.N.P.I. della Spezia


________________________________________________________

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 715:
Comitato Nazionale di Roma


________________________________________________________

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 716:
Comitato Regionale Ligure


________________________________________________________

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 717:
Comutato Provinciale di Genova


________________________________________________________

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 718:
Comitato Provinciale della Spezia (Ufficio Stampa, Arte e Cultura)


________________________________________________________

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 719:
A.N.P.I. La Spezia


________________________________________________________

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 720:
A.N.P.I. varie sezioni


________________________________________________________

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 721:
Comitato Nazionale, Giunta esecutiva


________________________________________________________

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 722:
varie


________________________________________________________

Documenti del Fondo VII. A.N.P.I. Serie 1 fascicolo 723:
Corrispondenza con i partiti


________________________________________________________

VII.2 Pratiche personale

La serie conta 1844 carte a partire dal 9/03/1945 fino al 30/09/1950.
Comprende numerose biografie di patrioti e partigiani, un carteggio tra Antonio Cabrelli, già commissario politico della I Divisione Liguria dal giugno al novembre ‘44 e Ferruccio Pellegrinelli detenuto nelle carceri giudiziarie della Spezia, lettere di Cabrelli a altri partigiani detenuti, un elenco assai deteriorato di caduti civili, carte della Commissione Regionale Ligure per il riconoscimento della qualifica di partigiano, pratiche di richiesta pensioni e sussidi alle famiglie dei caduti, richieste di risarcimento danni di guerra, un elenco di abitazioni danneggiate o distrutte dai nazifascisti, documentazione relativa a partigiani dipendenti degli stabilimenti O.T.O. Melara, Pertusola e Arsenale M.M., pratiche I.N.P.S.

VII.3 Miscellanea

La serie comprende 249 carte del periodo tra il 13/05/1945 e il 23/02/1948.
Ci sono documenti che riguardano il censimento di automotoveicoli prima in dotazione alle forze armate italiane e/o tedesche ora in possesso di “partigiani e assimilati”, carte che attengono alla situazione finanziaria della Sezione spezzina, con l’esposizione dei pesi maggiori che gravano sul bilancio dell’Associazione senza possibilità di soddisfazione, un breve carteggio tra l’A.N.P.I. spezzina e la casa editrice “Insurrezione d’Aprile” di Milano che intende creare anche alla Spezia “un’organizzazione propagandistica di opere scritte durante il periodo della cospirazione da partigiani, ex-ricercati politici e deportati”, una relazione sulla situazione dei porti di Genova e La Spezia risalente al luglio ‘46, a firma di Ernesto Laviosa; ci sono inoltre carte che riguardano la liquidazione dei debiti della IV Zona Operativa, lettere che invitano al tesseramento e al rinnovo della tessera dell’Associazione per l’anno 1948 e elenchi di tesserati, moduli annonari in bianco, concessioni di autorizzazioni e richieste fatte alla Segreteria, una lettera all’Ufficio Assistenza Profughi Giuliani e Dalmati, carte della Segreteria amministrativa, richieste e assegnazioni di fondi, documenti riguardanti il recupero di materiali già appartenenti al Regio Esercito e all’esercito fascista repubblicano, carte relative alle cooperative di trasporto costituite tra “partigiani e assimilati” e altra documentazione varia.