Chi siamo

L’Istituto spezzino per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea, nato nel 1972, promuove lo studio scientifico del Movimento di Liberazione nazionale, con particolare riguardo all’area ligure-lunigianese e, in generale, l’approfondimento dei principali temi della storia contemporanea.
La sua attività si basa sui valori ispiratori della Resistenza espressi nella Costituzione italiana.
Studenti e ricercatori possono trovarvi informazioni preziose per tesi o ricerche, e gli insegnanti un valido supporto per la didattica della storia.
L’Istituto organizza anche convegni e conferenze, laboratori didattici per docenti e alunni, nonché incontri con storici.
La sua Biblioteca specializzata conta oltre 8.500 opere riguardanti il fascismo, il movimento di Liberazione, il secondo conflitto mondiale, il dopoguerra e gli eventi della più recente contemporaneità.
Il suo Archivio comprende 7 fondi documentali (22.442 carte) che costituiscono le fonti primarie per lo studio delle formazioni partigiane dello spezzino, dell’azione del C.L.N. provinciale e delle vicende locali del dopoguerra.
L’archivio comprende anche materiale relativo alla partenza dei profughi ebrei dal Golfo della Spezia nel dopoguerra e un’importante sezione fotografica.
L’Istituto spezzino è socio dell’Istituto nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia (INSMLI).
L’Istituto ha attivato un archivio video di storia orale che riporta testimonianze integralmente consultabili sul secondo conflitto mondiale e la Resistenza.
Per celebrare il 70° anniversario della Liberazione (1945-2015), l’Istituto, in collaborazione con il Comune della Spezia e con i Comuni della Provincia della Spezia, ha effettuato un prezioso lavoro di compilazione di uno “Stradario” di tutta la Provincia della Spezia con le vie, le piazze, i parchi dedicati alle donne e agli uomini protagonisti della Resistenza.

Approfondimento
Una breve storia della Resistenza nello spezzino, di Maurizio Fiorillo