Archivi tag: libri

“Storie di GAP” di Santo Peli agli Impavidi di Sarzana

Il 23 marzo, presso il Teatro Impavidi di Sarzana, il Circolo Sandro Pertini presenta il libro “Storie di GAP. Terrorismo urbano e resistenza” (ed. Einaudi) del Prof. Santo Peli, docente di Storia Contemporanea all’Università di Padova e tra i maggiori studiosi della Resistenza.

Uno sguardo al mondo della lotta urbana durante la guerra di Resistenza dal 1943 al 1945 che ha coinvolto anche le città di Sarzana e della Spezia.

Introduzione e conversazione del Prof. Lorenzo Vincenzi, presidente dell’Istituto spezzino per la storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea della Spezia.

Saluti dell’Avv. Paolo Pucci, Presidente Provinciale ANPI

A cura del Circolo Pertini di Sarzana

Sabato 23 marzo alle ore 17.30
Ridotto del Teatro Impavidi, Sarzana

Eventi: conversazione con William Domenichini

Il 20 marzo alle ore 17:00, presso il centro studi Memoria in Rete, presentazione del libro “Fulmine è oltre il ponte. Vite sospese al di là della Linea Gotica” di William Domenichini, edito da Marotta&Cafiero.

Un romanzo storico che narra la guerra, il sacrificio e il mondo partigiano alla Spezia.

Introduzione di Tiziano Vernazza (ricercatore ISR)

È nata l’APP “Biblio Spezia”!

app Biblio Spezia
È stata creata l’APP “Biblio Spezia” per facilitare la consultazione del catalogo online dell’Istituto storico spezzino, aggiornarsi sulle novità librarie, ricercare all’interno dei cataloghi delle biblioteche spezzine, visualizzare tutte le informazioni sui singoli poli del Sistema Bibliotecario e di accedere a tutti i servizi dell’Area Lettori.
È possibile scaricarla gratuitamente con un semplice download collegandosi a Google Play, App Store o Windows Store.

Nuovi appuntamenti per “Sebben che siamo donne”

Sebben che siamo donne

Due nuovi appuntamenti per incontrare gli autori del volume “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa tra La Spezia e Lunigiana” (ed. Cinque Terre, 2018), frutto di un lavoro molto accurato da parte di Maria Cristina Mirabello e Giorgio Pagano. Il libro rappresenta un nuovo, prezioso, strumento di studio della IV Zona Operativa partigiana.

Venerdì 1 Giugno – ore 21.00

Struttura pubblica “Giuliano Ratti”
piazza Garibaldi
Follo – La Spezia

Domenica 3 Giugno – ore 11.00
piazza Luni
Sarzana
nell’ambito della XXVII edizione di “I libri per strada – Le strade per il libro”
Presentazione di Bianca Lena
Saluto dell’ANPI

Il “Diario della guerra di Spagna” di Ugo Muccini: nuova edizione

Muccini-cover

Sarà presentato nella sala del consiglio comunale a Sarzana il prossimo martedì 22 maggio (ore 17.30) lo storico “Diario della guerra di Spagna” di Ugo Muccini, antifascista arcolano caduto nel 1938 sul fiume Ebro, dove si combatté la più dura e la più sanguinosa battaglia di tutta la guerra di Spagna: il volume, curato dallo storico Antonio Bianchi, è stato appena ripubblicato dalle Edizioni Giacché in una nuova edizione ampliata ed interamente rivista.

All’incontro parteciperanno Alessio Cavarra sindaco di Sarzana, Emiliana Orlandi sindaco di Arcola, Nicola Caprioni assessore alla Cultura di Sarzana, Italo Poma presidente dell’AICVAS (Associazione Italiana Combattenti Volontari Antifascisti di Spagna) ed Antonio Bianchi, storico particolarmente attento agli eventi del Novecento spezzino e curatore dell’opera. La conclusione della giornata sarà affidata al ministro della Giustizia on. Andrea Orlando.

Il “Diario” di Ugo Muccini raccoglie la straordinaria testimonianza di questo ventenne comunista che fu in prima linea nella guerra di Spagna, combattendo al fianco delle forze repubblicane antifasciste. Completano l’opera un ampio inquadramento storico e una ricca raccolta di testimonianze e documentazione sugli antifascisti dell’area spezzino-lunigianese e massese.

A 80 anni dalla drammatica conclusione della guerra civile in Spagna grazie al diario di Ugo Muccini possiamo conoscere in “presa diretta” alcune fasi di quella battaglia rivoluzionaria che rappresentò un momento cruciale per la coscienza popolare europea e mondiale e che, come scrisse Elio Vittorini, «fu una scuola di massa , incubazione di nuove scelte che si dispiegarono compiutamente nella Resistenza». Il nome di Ugo Muccini fu scelto, tra l’altro, dalla principale formazione partigiana che operò sul territorio spezzino, la Brigata “Ugo Muccini” di cui fecero parte, tra gli altri, Anelito Barontini, Paolino Ranieri, Dario Montarese, Flavio Bertone.

Il manoscritto originale del “diario” è parte dell’Archivio Storico dell’Istituto (Fondo II. Attività Militare Bis, Serie 14 – Brigata d’Assalto Garibaldi “Ugo Muccini”, Numero generale: 577).

Info