I disegni e le poesie del ghetto di Terezìn al Centro S. Allende

Terezìn - disegno
Nell’ambito del progetto Per ricordare la Shoah. Bambini, giovani e la deportazione dal 15 al 28 febbraio il Centro S. Allende della Spezia ospita la mostra Attraverso gli occhi dei bambini: disegni e poesie del ghetto di Terezìn, a cura dell’ISR, in collaborazione con ANED, con il patrocinio della Provincia e del Comune della Spezia, e con il patrocinio e il contributo del Consiglio regionale Assemblea legislativa della Liguria.

Questa riedizione, con una nuova veste grafica ed un nuovo titolo, è scaturita da una ricerca che ha indagato gli eventi, confrontando il racconto degli storici e le testimonianze straordinarie dei pochi sopravvissuti, ora sparsi fra Europa, Stati Uniti ed Australia e che, pur nella diversità delle esperienze, coincidono in modo perfetto. La mostra (24 pannelli 100 x 70), viene presentata con l’ausilio di una serie di slides: il primo gruppo illustra la storia del ghetto di Terezín; il successivo descrive in generale le condizioni di vita nel ghetto, quindi l’operato dei docenti, che si sono presi cura dei bambini impartendo lezioni di disegno, letteratura e musica; infine vengono presentati passi delle poesie e alcuni disegni, accompagnati dalle musiche prodotte dai musicisti deportati a Terezín.

Presenta la dott.ssa Marinella Fasani dell’Istituto di Storia Contemporanea “P.A. Perretta” di Como.

Inaugurazione giovedì 15 febbraio alle ore 17.00
Centro S. Allende, viale G. Mazzini 2, La Spezia
Visitabile fino al 28 febbraio

Scarica l’invito e la locandina della mostra

Questa voce è stata pubblicata in news e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.