Fondo IV. Att. Pol. Bis

Il fondo comprende 3 serie con estremi cronologici dall’8/07/1922 al 4/04/1962, per un totale di 737 carte.

IV.1 Serie C.L.N. (Comitato Liberazione Nazionale)

La serie conta 332 carte del periodo tra il 3/06/1944 e il 28/05/1948.
Riprende, in gran parte, la struttura della Serie 1 del Fondo III Attività Politica.
Vi si trovano alcuni atti del C.L.N.A.I., comunicazioni del C.L.N. Reg. Ligure ai Comandi provinciali delle Brigate Garibaldi, deliberazioni, ordini del giorno del C.L.N.P. spezzino, sue comunicazioni alle brigate dipendenti, corrispondenza con i sottocomitati provinciali, una relazione sulla sua attività politica datata al novembre 1946 e elenchi e inventari di mobili e suppellettili sequestrati a fascisti.
Per il C.L.N.P. spezzino vedi anche Fondo III Attività Politica Serie 1.

IV.2 Serie P.N.F. (Partito Nazionale Fascista) e P.F.R. (Partito Fascista Repubblicano)

La serie comprende 61 carte dal 7/05/1931 all’11/04/1945.
Le prime, in forma di piccoli fogli di forma rettangolare, scritti a matita, costituiscono un insieme omogeneo di informazioni riservate, dirette alla Polizia del Partito Fascista Repubblicano. Sono state verosimilmente intercettate dai partigiani e dal C.L.N.P. spezzino, vi si legge, infatti, scritto a penna e con diversa grafia: “da trasmettere a Comando Divisione per la pratica del caso”, a firma di “Silvio” (ottobre 1944).
Vi sono poi brevi comunicazioni di carattere informativo con elenchi di “famiglie di repubblicani” di varie zone, documentazione relativa all’Ammiraglio Comandante Militare Marittimo di Venezia Vittorio Tur, un documento in fotocopia che riguarda informazioni riservate su Ferruccio Battolini inviate dalla Sezione locale dei Carabinieri alla Federazione Provinciale Fascista e, infine, un volantino di propaganda del Partito Nazionale Fascista.

IV.3 Serie Partiti Politici

La serie conta 344 carte dall’8/07/1922 al 4/04/1962.
Sono documenti che riguardano il Partito d’Azione e il Partito Socialista, in buona parte in fotocopia (fascicoli 688, 689)
Le prime carte, in originale, sono lettere della Direzione centrale del P.d.A da Roma, e della Federazione provinciale della Spezia al Comando IV Zona.
Il blocco di carte in fotocopia contiene per lo più lettere dirette alla Segreteria Regionale Ligure del Partito.
Per quanto riguarda il Partito Socialista ci sono 2 carte di Alessandro Gerbi, figura di spicco del socialismo spezzino, esponente dell’ala moderata del Partito.
Egli assume la segreteria della Sezione spezzina del Partito nel 1923 e fa parte dei membri della Delegazione ligure al Congresso di Roma del 1925.
Dopo l’8 settembre Gerbi è tra coloro che ricostituiscono il Partito in città, insieme con Agostino Bronzi e Pietro Beghi.
E’ arrestato nel febbraio ’45 e detenuto al Ventunesimo fino alla data della Liberazione.
L’Istituto spezzino conserva nella propria biblioteca, tra le miscellanee, una sua lettera dattiloscritta indirizzata alla Federazione Provinciale del P.S.I.. Qui Gerbi, ripercorre le principali tappe della sua vita di antifascista, in una specie di lunga confessione (data al 26/01/1962).
Le altre carte della serie, in fotocopia, sono circolari, bollettini d’informazione interni della Segreteria Generale del Partito a Roma.
Ci sono infine due carte che riguardano il Fronte Nazionale della Gioventù della Spezia (vedi anche Fondo III Attività Politica Serie 4).